Abarth 124 Spider 70esimo anniversario, questo sì che è guidare! (Video)

103
0

Prendete una Mazda MX-5, la più famosa e apprezzata spider di sempre: ecco, adesso facciamo un salto nel passato: anni 70, per la precisione. Aggiungiamo qualche tocco di nostalgia qua e la, un bel motore turbo e un abitacolo più raffinato e avrete la Fiat 124 Spider. Non vi basta? Fate un fischio all’officina Abarth e il gioco è fatto: quella che vedete è la nuova Abarth 124 Spider 70esimo anniversario, una sportiva a due posti che nasce per offrire il piacere di guidare più puro.
Scopriamola insieme in questa nostra recensione!

ABARTH 124 SPIDER: DIMENSIONI E BAGAGLIAIO

Gli ingredienti per una sportiva di razza ci sono tutti: capote in tela (tra l’altro facilissima da azionare con una sola mano), due posti secchi, trazione posteriore, distribuzione dei pesi 50/50, peso di poco superiore ai 1000 kg e differenziale autobloccante meccanico. E poi è piccola, con soli 4,05 metri di lunghezza, 1,74 di larghezza e 1,23 di altezza, a fronte di un passo di 2,31 e un bagagliaio di soli 140 litri.

ABARTH 124 SPIDER: LOOK E INTERNI

A questo aggiungiamo un look da vera Abarth, con i paraurti più aggressivi (anche se abbiamo tante prese d’aria finte che potrebbero far storcere il naso ai puristi), il cofano con le due gobbe caratteristiche di Fiat 124, il logo dello scorpione in bella vista, la griglia a nido d’ape, i cerchi in lega da 17 pollici alleggeriti, i quattro scarichi posteriori (questi finalmente veri). E poi ancora l’impianto frenante sportivo, con quattro dischi da 280 Brembo.

Dentro è la solita 124 Spider, che a sua volta è una Mazda MX-5 con finiture più esclusive, come i pannelli porta dedicati, i sedili sportivi con casse integrate nei poggiatesta (tra l’altro l’impianto BOSE suona benissimo) e la strumentazione dominata dal contagiri centrale con fondo rosso. Pochi i vani portaoggetti, mentre l’infotainment è quello di Mazda, semplice ma efficace con il controllo tramite la rotella nel tunnel centrale.

ABARTH 124 SPIDER: MOTORE, PRESTAZIONI E MECCANICA

Sotto al cofano di questa piccola scorpioncina dal passaporto italo/giapponese troviamo un motore italiano, un 1.4 multiair quattro cilindri turbo da 170 CV di potenza e 250 Nm di coppia.
Parliamo di un motore che è un po’ il fiore all’occhiello di Fiat e che qui sotto al cofano di Abarth 124 ci sta proprio bene:

A parte il sound che è fantastico – e il merito è dello scarico record Monza con sistema dual mode, che permette di variare il percorso dei gas di scarico al variare del regime del motore, generando un suono intenso e profondo, molto aperto – qui abbiamo un turbo compressore quindi dobbiamo tenere in conto un fisiologico turbolag da quando premiamo sull’acceleratore a quando avvertiamo la spinta del motore, ma vi assicuro che lo noterete poco perché questa è una macchina che terrete su di giri per via del sound irresistibile.

La scheda tecnica parla di prestazioni da vera sportiva, con una velocità massima di 6,8 secondi e uno 0-100 coperto in soli 6,8 secondi. Il merito va soprattutto al peso piuma di questa vettura, soli 1.060 kg in ordine di marcia, sufficienti per farci divertire e andare forte, ovviamente dove consentito. Ed è qui il bello: su Abarth 124 Spider ci si diverte anche senza esagerare con la velocità, anche perché i pesi sono distribuiti in modo esemplare e il rapporto potenza peso potenza è di soli 6,2 kg per cavallo, con baricentro a soli 38,5 cm da terra.

Il segreto sta nella combinazione di tutti gli elementi di cui vi parlavo prima: il cambio manuale a 6 rapporti è un piccolo gioiellino di ingegneria, secco, diretto, con una leva cortissima e una frizione morbida, per cambiate fulminee e una sensazione di fusione con la vettura senza eguali. Le sospensioni sono raffinate: quadrilatero davanti e multilink dietro a cinque bracci, con ammortizzatori irridigiti Bilstein.

E poi ci sono due elementi imprescindibili per la dinamica di guida: la trazione posteriore, una peculiarità meccanica che oggi purtroppo è riservata a pochissime automobili, spesso molto costose. Ecco, grazie alla spinta delle ruote posteriori la Abarth 124 Spider ci permette di effettuare un sovrasterzo di potenza in modo sempre controllato e sicuro anche con un filo di gas, ovviamente in pista o su strade chiuse al traffico.

Infine, un’altra dotazione che farà felici i puristi della guida è il differenziale autobloccante meccanico (D.A.M.): una rarità che ricorda i tempi passati nei quali le vetture non erano dominate dall’elettronica. Il suo effetto è quello di trasferire la coppia da un semiasse all’altro. Nell’ambito di una guida sportiva questo significa avere una migliore motricità, un miglior controllo della trazione e una minore tendenza allo slittamento in accelerazione.

ABARTH 124 SPIDER: PREZZO

Abarth 124 spider in allestimento Turismo 70esimo anniversario ha un prezzo di listino impegnativo, che parte da 39.000 euro ma che sale vicino ai 45.000 euro se si aggiungono le personalizzazioni come il cofano nero antiriflesso, i dettagli rosso corsa, i rivestimenti in alcantara, i fari full LED, il sistema di infotainment con navigatore al posto dell’autoradio, giusto per citare quelli che non possono mancare. La vettura è pero soggetta a forti sconti che possono arrivare ai 9/10.000 euro, e allora sì che questa Abarth può diventare un’alternativa divertente e poco impegnativa alle sportive più blasonate.CONFIGURATORE ABARTH 124 SPIDER

Foto di @franciacortasupercars

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here