BMW Serie 3 Touring 2019: prova su strada in anteprima (Video)

83
0

BMW Serie 3 Touring 2019: dopo aver provato BMW Serie 3 berlina in variante 330i è giunto il momento di testare la rinnovata versione famigliare, quella più apprezzata sul mercato italiano dalle flotte ma anche dai privati.

La nuova BMW Serie 3 Touring (il marketing la chiama “THE 3”) cresce nelle dimensioni e si aggiorna nel design, senza dimenticare le tante novità tecnologiche introdotte qualche mese fa dalla berlina 3 volumi.

BMW SERIE 3 TOURING: DESIGN EVOLUTO

Guardi BMW Serie 3 Touring e sembra di averla sempre guidata: il vantaggio del family feeling. Eppure rispetto agli altri passaggi generazionali, di novità stilistiche ce ne sono tante: aggiornato, in particolar modo, il disegno della finestratura laterale, che insieme al montante posteriore contribuisce a creare il “Gomito di Hofmeister”. Più appuntito e stilizzato, con una linea di cintura che sale in prossimità della terza luce laterale.

E poi la carrozzeria si fa più elaborata, con una fiancata attraversata da diverse nervature e un frontale particolarmente scolpito, specialmente nelle versioni con paraurti sportivi M Sport e Sport Line, che si differenziano non poco dalle linee Advantage, e Luxury Line. I gruppi ottici posteriori (full LED, come quelli anteriori) sono del tutto simili a quelli a L già visti sulla berlina, mentre quelli anteriori sono identici e replicano tecnologie (optional) come i fari BMW Laserlight con abbagliante in grado di illuminare fino a 530 metri davanti alla vettura).

DIMENSIONI BMW SERIE 3 TOURING G21

La sesta generazione della wagon premium di segmento D (nome in codice: G21) cresce nelle dimensioni, con 4.709 mm di lunghezza (+76 mm), 1.820 mm di larghezza (+7 mm), 1.470 mm di altezza (+8 mm) e 2.850 mm di passo. Cresce anche nella larghezza delle carreggiate (1,57 m davanti e 1,56 dietro) per un handling migliorato. 

Ma soprattutto cresce nel bagagliaio, che oggi misura 500 litri di capacità minima (+32 litri) e 1.510 litri di capacità massima, abbattendo lo schienale posteriore 40:20:40. Di serie il portellone elettrico, optional (apprezzatissimo) il lunotto apribile separatamente, più ampio di 20 mm rispetto al modello uscente.

Il vano bagagli può essere inoltre arricchito di un intelligente sistema di guide in gomma che emergono automaticamente quando si viaggia per impedire al carico di scivolare. Maggiore spazio anche per gli occupanti, ora con più agio per spalle, gomiti e testa: il divanetto posteriore può ora ospitare tre seggiolini.

BMW SERIE 3 TOURING G21: INTERNI DIGITALI

Un cockpit completamente digitale ci si prospetta davanti agli occhi entrando nell’abitacolo della nuova BMW Serie 3 Touring: di serie la strumentazione analogica/digitale con schermo centrale da 5,7 pollici e Control Display nella plancia con schermo da 8,8 pollici, optional invece il BMW Live Cockpit Professional, con quadro strumenti da 12,3 pollici e display in plancia da 10,25 pollici. A gestire il tutto è il sistema operativo BMW 7.0.

Oltre alla possibilità di effettuare aggiornamenti OTA (tramite la connessione a internet permanente) è presente l’assistente digitale BMW Intelligent Personal Assistant con comandi vocali evoluti (attivabile con la formula “Ciao BMW”), oltre ai servizi digitali BMW ConnectedDrive, che comprendono tra le altre cose la chiave digitale per accedere al veicolo e avviare il motore tramite smartphone.

Peccato però che in questo caso emerga un problema di compatibilità: se, da una parte, il sistema di infotainment può accogliere solamente Apple CarPlay (wireless) e non Android Auto, la chiave digitale è disponibile come app solamente per gli smartphone Android: se non avete uno smartphone Android, dunque, sarete costretti ad utilizzare la tessera oppure la chiave tradizionale. 

BMW 320D TOURING 2019: COME VA SU STRADA

Per la nostra prova su strada in anteprima nazionale di BMW Serie 3 Touring abbiamo scelto la motorizzazione più gettonata sul mercato italiano, sia dai privati sia soprattutto dai professionisti che utilizzeranno questa vettura per macinare tanti chilometri: la 320d con trazione posteriore

Parliamo dell’ormai classico 2 litri TwinPower Turbo di BMW 4 cilindri con 190 CV di potenza e 400 Nm di coppia, un motore supercollaudato in grado di spingere agevolmente la massa di 1.640 kg da 0 a 100 km/h in 7,1 secondi fino ad una velocità massima di 230 km/h.Il brio è sicuramente uno dei punti forti di BMW 320d Touring: il 4 cilindri spinge sempre forte in ogni situazione senza vibrazioni, aiutato in questo dall’azzeccata accoppiata con il cambio automatico Steptronic a 8 rapporti, un convertitore di coppia ZF decisamente intelligente nella selezione del miglior rapporto.

Rapido e progressivo nelle cambiate, questo cambio varia molto in base alle modalità di guida selezionabili tramite l’apposito selettore nel tunnel centrale. I consumi di BMW Serie 3 Touring 320d? Il computer di bordo segnalava una media di poco superiore ai 5 litri/100 km dichiarati dalla Casa, niente male viste le prestazioni.

Il peso in più rispetto alla berlina non si avverte minimamente, e la tenuta di strada è sempre sicura grazie all’ottima taratura dei controlli. La trazione è posteriore, ma non è questa l’auto per derapare, anche perché i controlli sopracitati lavorano per garantire la sicurezza e ridurre il sovrasterzo di potenza.

Stesso discorso per il comparto sospensioni, dotato al posteriore di un raffinato schema multi-link che tuttavia privilegia il comfort di marcia, con un assetto tendenzialmente più morbido rispetto al passato. Detto questo, BMW Serie 3 Touring resta probabilmente la più dinamica delle station wagon premium.Del resto, non cambia la distribuzione dei pesi ottimale (50:50) derivata dalla berlina. Per chi volesse maggiore precisione di guida, come optional sono presenti le sospensioni adattive e il differenziale sportivo M a controllo elettronico.

Molto evoluti anche gli ADAS, ereditati dalla Serie 3 berlina: di serie l’avvertimento collisione frontale con frenata automatica e l’avviso di cambio corsia, optional il Driving Assistant Professional, che includeActive Cruise Controlcon funzione Stop & Go, controllo di corsia con traffic jam assist, protezione collisione laterale, Evasion Assistant, Cross Traffic Alert, Wrong-way alert e parcheggio automatico con una funzione che ricorda gli ultimi 50 metri per ripercorrerli in retromarcia in totale autonomia. Novità assoluta, infine, il nuovo BMW Drive Recorder, che registra filmati fino a 40 secondi intorno al veicolo.

BMW SERIE 3 TOURING: I MOTORI

La gamma motori della nuova BMW Serie 3 Touring:

  • BMW 320i Touring (da novembre 2019): 2 litri benzina 4 cilindri da 184 CV e 300 Nm con cambio Steptronic a 8 rapporti
  • BMW 330i Touring: 2 litri benzina 4 cilindri da 258 CV e 400 Nm con cambio Steptronic e trazione posteriore o integrale
  • BMW M340i xDrive Touring: 3 litri benzina 6 cilindri in linea da 374 CV e 500 Nm, cambio Steptronic e trazione integrale
  • BMW 318d Touring: 2 litri diesel 4 cilindri da 150 CV e 320 Nm con cambio manuale 6 rapporti o Steptronic
  • BMW 320d Touring: 2 litri diesel 4 cilindri da 190 CV e 400 Nm con cambio Steptronic e trazione posteriore o integrale
  • BMW 330d xDrive Touring: 3 litri diesel 6 cilindri in linea da 265 CV e 580 Nm con cambio Steptronic e trazione integrale

A queste, nel 2020 si aggiungerà anche la versione ibrida plug-in BMW 330e: un motore elettrico si abbina al 2 litri benzina per una potenza combinata di 292 CV (in modalità XtraBoost), 0-100 km/h in 6 secondi e una batteria da 12 kWh che consente un’autonomia, in modalità elettrica, compresa tra i 59 e i 66 km (ciclo WLTP).

BMW SERIE 3 TOURING: I PREZZI

I prezzi della nuova BMW Serie 3 Touring partono da 42.000 euro chiavi in mano per la 318d Touring. Per una 320d Touring con cambio automatico occorre mettere in conto una spesa di almeno 46.500 euro, optional esclusi.

SCHEDA TECNICA NUOVA BMW SERIE 3 TOURING 320D

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here